Pakistan rimuove il bando su YouTube

closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 8 mesi 22 giorni fa! Nel mondo HiTech tutto questo tempo equivale ad ere geologiche. Per tanto ricorda che la notizia può essere passata, smentita o annullata!! Quindi effettua altre ricerche nel sito prima di raccontarlo ai tuoi amici!! Potresti fare una figuraccia...

YouTube è tornato parzialmente online, dopo il blocco che lo aveva oscurato in Pakistan. I motivi dell’oscuramento sono collegati ad alcune vignette considerate blasfeme nei confronti della loro religione.

La notizia dell’oscuramento del noto portale di Video Sharing aveva raggiunto le nostre agenzie di stampa qualche giorno fa’.

Il Governo del Pakistan ha comunicato a tutti gli Internet Service Provider della nazione di impedire l’accesso a YouTube a tutti gli utenti delle proprie reti.

Tutto ha avuto inizio quando alcuni cittadini danesi hanno pubblicato delle vignette sarcastiche sul profeta Maometto (alcune risalgono addirittura al 2005, ndr). Questo ha provocato la rabbia di molti musulmani, che poi hanno dato inizio ad alcuni scontri contro le ambasciate danesi.

Da lì l’obbligo di oscurare il sito YouTube.com, per evitare altre proteste. Poi ieri è arrivata la svolta, addio totale oscuramente e via alle veline. YouTube ha ritrovato spazio nella rete web del Pakistan ma solo in modo parziale, sono infatti state censurate tutte le pagine in cui siano presenti video blasfemi.

Tu cosa ne pensi?