Office 2007 SP2 includerà: XPS, ODF e PDF!

closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 5 mesi 29 giorni fa! Nel mondo HiTech tutto questo tempo equivale ad ere geologiche. Per tanto ricorda che la notizia può essere passata, smentita o annullata!! Quindi effettua altre ricerche nel sito prima di raccontarlo ai tuoi amici!! Potresti fare una figuraccia...

RedMond (CA) – Microsoft rilascia un comunicato stampa in cui conferma che con il prossimo service pack per Office 2007 saranno supportati i formati: XPS, ODF e PDF; per una maggiore interoperabilità con gli standard.

Il comunicato stampa è stato rilasciato da Microsoft nella giornata di ieri, quando in Italia era oramai sera.

Il Service Pack 2 verrà rilasciato a metà 2009 e saranno introdotti nuovi formati supportati dalla nota suite di Microsoft. I formati in questione sono: XML Paper Specification (XPS), Open Document Format 1.1 (ODF), Portable Document Format 1.5 (PDF) e PDF/A.

Questi formati saranno ampiamente supportati da tutti i programmi inclusi nel pacchetto Microsoft Office, ecco le specifiche:

Sarà possibile in modo nativo e senza installare plugin aggiuntivi:

  • aprire, modificare e salvare documenti nel formato Open Document Format 1.1;
  • salvare documenti nel formato XPS, PDF e PDF/A;
  • impostare il formato ODF come formato di default per il salvataggio nelle applicazioni Office

Purtroppo Microsoft non ha inserito nessun pacchetto che possa aggiungere tali aggiornamenti dei formati anche nella versione precedente di Office, la 2003. Anche se i tecnici di Big M sono sempre al lavoro ed in collaborazione con i team open source che sviluppano plug-in di compatibilità con i vari formati (esempio:convertitore Open XML – ODF).

si è parlato, nel comunicato, anche della versione successiva di Office, nome in codice: “Office 14”, nel quale saranno inserite le modifiche apportate allo standard Open XML dopo la sua approvazione da parte dell’ISO nell’aprile scorso.

Questo è un grosso passo avanti per la suite Microsoft di software da ufficio, dato che sembra aver finalmente chiuso il capitolo che vedeva i suoi prodotti poco compatibili con il mondo esterno.

“Siamo impegnati nel fornire agli utenti Office maggiore scelta tra formati documentali oltre ad un’incrementata interoperabilità tra quei formati e le applicazioni che li implementano,” ha detto Chris Capossela, senior vice president della Microsoft Business Division. “Aumentando l’apertura dei nostri prodotti e partecipando attivamente nello sviluppo e nella manutenzione degli standard di formato documentale, siamo convinti di poter aiutare a creare opportunità per sviluppatori e concorrenti, inclusi i membri delle comunità open source, di innovare e fornire nuovo valore per i clienti”.

Altra citazione dal comunicato stampa: “Questa attività sui formati documentali è solo un aspetto dell’impegno di Microsoft sta aumentando la scelta, l’interoperabilità e la varietà di soluzioni innovative nel mercato. Microsoft continuerà a lavorare con i suoi clienti e partner e il resto del settore per continuare a fare passi in avanti in quest’area. Maggiori informazioni sono disponibili al sito http://www.microsoft.com/interop.”

Tu cosa ne pensi?