Iphone: Ecco come bloccare Kill Switch

closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 3 mesi 3 giorni fa! Nel mondo HiTech tutto questo tempo equivale ad ere geologiche. Per tanto ricorda che la notizia può essere passata, smentita o annullata!! Quindi effettua altre ricerche nel sito prima di raccontarlo ai tuoi amici!! Potresti fare una figuraccia...

La notizia ha ora mai fatto il giro del mondo e, per chi ha sborsato 500 € per l’Iphone, non è sicuramente rassicurante: Apple controlla i programmi installati su ogni suo smartphone del mondo e può bloccarli, il tutto da remoto. Per fortuna che esiste un modo per impedirlo!

Il ricercatore Jonathan Zdziarski, che ha scoperto il codice segreto (denominato ‘kill switch’) nascosto all’interno dell’Iphone, sembra aver trovato un modo per tenere fuori la Apple dal suo stesso cellulare.

Questa brutta news è stata pure confermata dal numero uno della casa di Cupertino: Steve Jobs, il quale, dopo che tutto il mondo era venuto a conoscenza di questa notizia non ha potuto tirarsi indietro ed ha affermato che l’applicazione in questione esiste ma non viola la privacy degli utenti.

Jobs ha affermato che il software di controllo remoto installato, di nascosto, sugli Iphone servirebbe a prevenire aggiornamenti sbagliati oppure software installati dannosi per lo stesso telefonino.

In realtà il software serve per comunicare, senza che l’utente ne sappia nulla, ad uno dei server della Apple gli applicativi installati sull’Iphone: se uno di questi dovesse essere presente nella blacklist di Cupertino verrebbe immediatamente bloccato; il tutto senza nessun permesso dell’ignaro possessore di un telefonino da 500€!

A detta di molteplici ricercatori, non Apple, il software servirebbe ad evitare quei programmi che sbloccano il cellulare: dato che l’Iphone viene venduto solamente brandizzato.

Tornando all’oggetto in questione: Zdziarsky ha poi scoperto che si può ingannare il codice che comunica con il server della Apple.

Al momento non è ancora stato rilasciato un How To su come fare a bloccare il processo di controllo della Apple, ma sul suo blog il ricercatore illustra mano a mano le scoperte che ha trovato.

Tanto per eliminare le mali lingue che si sono create sul web dopo la sua scoperta Zdziarsky ha, inoltre, voluto rispondere a quattro delle domande più frequenti su questa storia:

  1. Non è vero che l’iPhone spia gli utenti e avvisa la Apple su quali programmi usa;
  2. Non è vero che killswitch è già stato usato per bloccare alcune applicazioni;
  3. Non è vero che questo programma può cancellare le applicazioni, al limite bloccarne l’avvio;
  4. E’ falso che la posizione Gps del proprietario dell’iPhone viene comunicata alla Apple;
  5. Confermato? È vero che killswitch permette alla Apple di bloccare qualsiasi programma voglia.

Tu cosa ne pensi?