Il jailbreak di iPad 2 è ancora lontano e poi sarà a pagamento?!?

closeQuesto articolo è stato pubblicato 6 anni 4 mesi 7 giorni fa! Nel mondo HiTech tutto questo tempo equivale ad ere geologiche. Per tanto ricorda che la notizia può essere passata, smentita o annullata!! Quindi effettua altre ricerche nel sito prima di raccontarlo ai tuoi amici!! Potresti fare una figuraccia...

Oggi Stefan Esser, in arte @I0n1c su Twitter, ha deciso di rilasciare qualche informazione relativamente alle mille voci che girano sul jailbreak di iPad2: ha dichiarato di non aver il nuovo tablet di Apple jailbroken e nemmeno di possederne uno! Inoltre, brutta notizia per tutti, nel futuro potrebbe cedere i bug da lui scoperti, che servono per effettuare il jailbreak, non più gratuitamente!!

Le voci sul jailbreak di iPad 2 sono state tante in questi mesi, cioè da quando è uscito il nuovo tablet di Cupertino.

Dapprima si parlava del jailbreak di iPad 2 grazie ad un bug scoperto da Comex; ma poi Apple, con grande sorpresa del Team che ci stava lavorando, ha patchato la vulnerabilità e quindi è stato tutto da rifare.

Poi è giunto Stefan Esser, scopritore degli ultimi bug che hanno permesso il jailbreak du iOS 4.3.x, il quale aveva rilasciato qualche informazione sullo stato dei lavori per iPad 2. Molti erano fiduciosi su una prossima uscita del jailbreak di iPad 2; ma oggi pare che tutta questa fiducia sia stata smontata da questo tweet:

tradotto:

“Per chiarire una volta per tutte. Io non ho un iPad 2 jailbreak, Io non ho mai avuto un iPad 2! Ho solo dei problemi con l’ASCENSORE della mia casa”.

Vi starete chiedendo cosa c’entri l’ascensore di casa sua! Bé il nome in codice del progetto sul jailbreak di iPad 2 a cui stanno lavorando è “ELEVATOR”!

Questo, se si rivelasse una realtà e non solo un modo per sviare le attenzioni, significa che dovremo attendere ancora a lungo per vedere un iPad 2 jailbroken!

Altra notizia, rilasciata sempre da I0n1c, è che in futuro chi volesse utilizzare i bug da lui scoperti per creare tool per il jailbreak potrebbe dover contribuire economicamente alla causa:

traduzione:

“Dopo anni di ricerca dei bug chiunque si renderà conto che non ha senso dare bug gratuitamente.”

Esser si riferisce al tanto atteso bug su iPad 2 oppure a qualsiasi bug che verrà da lui scoperto ed utilizzato per il jailbreak di iOS?!?

Comunque, ritengo che una donazione potrebbe essere giusta come contropartita per un tool jailbreak. Mettere i tools a pagamento, invece, lo ritengo un’assurdità.

Fonte: [via]

Tu cosa ne pensi?