Visita Orebla.it su Facebook Segui Orebla.it su Twitter Vedi i video su YouTube di Orebla.it Unisciti alle cerchie di Orebla.it
DOVE TI TROVI: \\ Home Page\news\Internet Explorer 7: Prime impressioni
Internet Explorer 7: Prime impressioni


Come segnalato Microsoft ha rilasciato in questi giorni la nuova versione del suo noto browser, è infatti disponibile al download Internet Explorer 7. Erano passati circa due anni dall'ultimo aggiornamento importante di IE adesso ne abbiamo, praticamente, uno nuovo.

Purtroppo al momento è disponibile solamente la versione in inglese e il peso del file di download non è certo accessibile all'utenza con linea a 56K. Infatti il file pesa più o meno15MB.

Potete accedere alla pagina dei download e scaricare IE 7 seguendo questo link: http://www.microsoft.com/windows/ie. C'è anche la pagina in italiano, però il software rimane sempre in inglese, eccola: http://link.orebla.it/27.

Come già detto sopra al momento è disponibile solamente la versione in lingua inglese, per una traduzione ufficiale dovremo aspettare almeno il primo mese del 2007.

Microsoft ha preferito aspettare che tutte le localizzazioni venissero tradotte e corrette prima di fare in modo che IE 7 venga installato come aggiornamento automatico su ogni versione di Windows XP SP2.

Ricordiamo che i tecnici di Microsoft hanno poi creato un tool capace di bloccare l'installazione automatica dell'aggiornamento alla versione 7, che potete trovare a questo indirizzo: http://link.orebla.it/28.

Questo tool è stato creato per tutti i SysAdmin, che non vogliono aggiornare i propri browser presenti nella rete nella data scelta da Microsoft. Così possono pianificare una più consona installazione del nuovo browser.

Specifico che sia per IE 7 che per il tool anti-auto-installazione è richiesta la validazione tramite WGA, alla copie non genuine di Windows non sarà permesso il download.

Internet Explorer 7 ha portato notevoli modifiche rispetto alla versione precedente che eravamo abituati ad usare e a classificare come pessimo browser.

La versione 7 ha aggiunto novità sopratutto relativamente agli standard web e anche al web 2.0. Come tutti i creatori di siti web sapranno, IE 6 non era di certo il browser che rispettava gli standard CSS e xHTML quindi durante la creazione del web-design ci si vedeva costretti ad adattare il proprio foglio di stile agli standard (sballati) del browser più utilizzato al mondo.

Con Internet Explorer 7 questa storia dovrebbe diventare acqua passata, infatti la nuova versione rispetta le regole CSS 2.1, gli standard AJAX e i feed RSS.

Altro punto che nel vecchio IE 6 risultava parecchio debole era il fattore sicurezza. Secondo i tecnici di Microsoft che hanno sviluppato la versione 7, la loro priorità era creare un software il più possibile sicuro per poi evitare ai propri utenti spiacevoli inconvenienti.

Questo punto è subito stato smentito da Secunia, nota società di sicurezza, che il giorno stesso del rilascio ha pubblicato una advisory in cui mostra come sia IE7 che IE6 siano afflitti da una piccola vulnerabilità. Sfruttando questo bug classificato come "Less Critical", cioè non molto pericoloso, è possibile ottenere informazioni sensibili sul PC attaccato.

Il problema è relativo ad una non corretta gestione degli indirizzi con "mhtml:". Questo causa un errore non perfettamente validato che causa il bug.

Al momento Microsoft non ha provveduto ne ad aggiornare IE 6 ne la nuova versione IE 7. Potete visualizzare l'advisory di Secunia a questo indirizzo: http://secunia.com/advisories/22477/.

Ora mai sono già due giorni che il file di installazione di IE 7 è disponibile per il download e girando per i maggiori forum italiani ho potuto verificare come questa nuova versione sia ancora non ben vista dagli utenti web.

Il fatto è sicuramente dovuto alla brutta reputazione che IE 6 si creata e si  porta dietro. Molti sono convinti che Firefox sia il browser del futuro sicuro ed affidabile e che Internet Explorer 7 sia solo una cattiva imitazione.

Vedremo nei prossimi mesi cosa accadrà.

 

Autore articolo: Orebla

Commenti:

Il voto dell'utente all'articolo: VOTO:3
Il problema di Microsoft è che ormai si è fatta il nome di azienda scarsamente affidabile, poco innovativa e più dedita al marketing che alla ricerca. IE 7, seppur presenti passi avanti rispetto a quel vecchio relitto nato male che era IE6, è notevolmente inferiore a tutti i restanti browser: Firefox, Opera, Safari e Camino. L'aderenza agli standard web è ancora troppo deficitaria rispetto alla concorrenza. Alla Microsoft non hanno mai dato importanza al browser e i risultati si vedono.
#TOP - autore: Carlo - data: 21/10/06 alle 13:03:07

I commenti per queste news sono disabilitati.






Articoli utili:
Jailbreak iOS 10: tweaks compatibili

Recensione iPhone 6

IPhone 7 uscito, novita, prezzi