Visita Orebla.it su Facebook Segui Orebla.it su Twitter Vedi i video su YouTube di Orebla.it Unisciti alle cerchie di Orebla.it
DOVE TI TROVI: \\ Home Page\news\Windows Vista si adatta alla UE
Windows Vista si adatta alla UE


Non sono di certo una novità i problemi che la Microsoft ha nei confronti dell'Unione Europea relativamente ad alcune sue politiche di rilascio dei software e delle sue licenze. Per il nuovo sistema operativo il Bigi di Gates sembra non aver fatto storie e si è adattata a quanto chiesto dalla UE.

Il mese scorso alcune voci ufficiali, provenienti direttamente dalla Microsoft, avevano dato la notizia che a causa degli adattamenti che devono essere apportati a Windows Vista per le normative UE si avranno dei ritardi nel lancio del software.

In questi giorni invece leggiamo il contrario, cioè Microsoft Windows Vista sarà nei negozi senza alcune ritardo dovuto alle normative dell'Unione Europea.

Il motivo per cui l'Unione Europea e anche la Corea avevano ammonito alcune funzioni di Windows Vista sono dovute all'applicazione PatchGuard.

PatchGuard permette agli utenti di Vista di avere un maggiore controllo di sicurezza e protezione da virus e malware. Purtroppo tale funzione non permette l'installazione di software di protezione, come gli anti-virus, di terze parti.

Questo aveva fatto infuriare i Big del settore dei software anti-virus (vedi McAfee, Symantec...) che si erano lamentati di questo problema, sorto con i primi test effettuati sulle versioni di testing di Windows Vista.

Da subito la UE era insorta accusando la Microsoft di creare un vero e proprio blocco per tali società che vedevano la loro più grande fetta di mercato essere da un momento all'altro eliminata senza possibilità di recupero.

Brad Smith, Senior Vice President di Microsoft, ha comunicato tramite una conferenza le nuove decisioni dello sviluppo di tale applicazione dopo l'insorgere dei problemi sopra elencati. Infatti, Smith, ha assicurato che la Microsoft non vuole in alcun modo bloccare il mercato dei software anti-virus e che perciò ha deciso di prendere una decisione alternativa.

La decisione è quella di permettere l'installazione di protezioni prodotte da terze parti, tramite alcune funzioni già implementate nella ultima release di Vista e poi comunicate alle società di sicurezza.

Potete visualizzare il testo intero della conferenza a questo indirizzo: http://link.orebla.it/21.

I problemi non sono però finiti qui, infatti leggendo i termini di contratto per Windows Vista vi sono alcuni punti che non sono proprio in linea con Windows XP.

Alcuni consumatori non sono in linea con le nuove regole della licenza di Windows Vista creata appositamente da Microsoft.

Potete visualizzare la licenza a questo indirizzo: http://www.microsoft.com/about/legal/useterms/default.aspx.

 

Autore articolo: Orebla

Commenti:

Nessun Commento a questa News...

I commenti per queste news sono disabilitati.






Articoli utili:
Jailbreak iOS 10: tweaks compatibili

Recensione iPhone 6

IPhone 7 uscito, novita, prezzi