Visita Orebla.it su Facebook Segui Orebla.it su Twitter Vedi i video su YouTube di Orebla.it Unisciti alle cerchie di Orebla.it
DOVE TI TROVI: \\ Home Page\news\La RIAA affonda anche BearShare
La RIAA affonda anche BearShare


Qualche giorno fa avevamo letto che per la RIAA era un brutto momento, infatti alcune case discografiche non accettavano di buon gusto il suo lavoro anti-pirateria.

Oggi invece scopriamo che non può essere fermata, almeno per ora, neanche dalle case discografiche.

La RIAA nella sua lunga battagli al p2p illegale ha affondato un altro pilastro dello scambio tramite file sharing. Altra azione ingiusta (secondo me, NDR) che ha distrutto una società la Free Peers Inc, solo per aver sviluppato e rilasciato il software di p2p BearShare.

BearShare è uno dei pilastri dello scambio tramite file sharing basato sulla rete GNutella.

La RIAA aveva avviato un lungo procedimento giudiziale contro tale società, accusandola di utilizzo illecito di software per lo scambio di materiale protetto da copyright, senza i giusti permessi.

Free Peers Inc non ha voluto continuare il procedimento legale, visto che sarebbe stata una spesa folle e inutile, dato che alla fine avrebbe vinto l'Associazione americana.

Si è quindi risolto il problema con un accordo extragiudiziale, la RIAA ha voluto un risarcimento di 30 milioni di dollari e il passaggio di tutta l'attività.

Il motivo secondo il quale la RIAA si è accanita tanto verso il software BearShare è che la società ne metteva a disposizione due versioni: una free con banner pubblicitari ed una a pagamento (circa 20$).

Questo sarebbe un motivo valido per accusare la Free Peers Inc di lucrare su attività illegali, come lo scambio di materiale pirata.

 

Autore articolo: Orebla

Commenti:

Nessun Commento a questa News...

I commenti per queste news sono disabilitati.






Articoli utili:
Jailbreak iOS 10: tweaks compatibili

Recensione iPhone 6

IPhone 7 uscito, novita, prezzi