Visita Orebla.it su Facebook Segui Orebla.it su Twitter Vedi i video su YouTube di Orebla.it Unisciti alle cerchie di Orebla.it
DOVE TI TROVI: \\ Home Page\news\Microsoft WGA: I problemi non sono mai soli
Microsoft WGA: I problemi non sono mai soli


In questi giorni in America si sta alzando un polverone nei confronti di Microsoft relativo alle presunte "azioni da spyware" che il suo sistema di controllo genuinità (WGA) ha avuto in passato.

Alcuni utenti, infatti, stanno cercando di creare contro Microsoft una Class Action (Definizione Wikipedia) in tribunale, che darebbe la possibilità a migliaia di utenti di denunciare il colosso di RedMond.

Il problema si era creato nei primi giorni di Giugno 2006, quando alcuni ricercatori avevano annunciato che la nuova versione del software di controllo della genuinità (Windows Genuine Advantage) si comportava come un vero e proprio spyware. Cioè installava parti di se e svolgeva azioni non dichiarate all'utente durante l'installazione, ricordiamo poi che tale software era stato reso obbligatorio da Microsoft per poter scaricare gli aggiornamenti.

La denuncia che è stata inoltrata al tribunale accusa Microsoft di non aver per nulla informato l'utente su cosa il software (WGA) facesse in verità. Obbligando l'utente ad installare il software a scatola chiusa senza sapere il suo contenuto.

Inoltre vi è anche una parte relativa alle azioni che tale software compie con regolarità, cioè si è scoperto che WGA ha ogni TOT una comunicazione con il server della Microsoft, in cui invia informazioni sul settaggio hardware della macchina in cui è installato.

Per finire in bellezza vi confermiamo la notizia, che circola in rete da qualche ora, che alcuni virus writer stanno sfruttando la popolarità (negativa) del sistema Microsoft WGA per abbindolare gli utenti e convincerli ad installare il loro worm.

Si chiama Cuebot-K ed è stato studiato e classificato dalla società di sicurezza Sophos che lo ha classificato come non troppo pericoloso.

Il worm si diffonde tramite la rete di AOL Instant Messenger, una volta eseguito il file (wgavn.exe) si auto-installa e poi avvia un processo chiamato WGAVN che se interrogato risponde di essere, appunto, il sistema di controllo Windows Genuine Advantage.

Insomma un bel espediente per fare credere all'utente che si tratta di un file non pericoloso.

State quindi attenti, potete visualizzare più info a questo link: http://www.sophos.com/security/analyses/w32cuebotk.html.

 

Autore articolo: Orebla

Commenti:

Nessun Commento a questa News...

I commenti per queste news sono disabilitati.






Articoli utili:
Jailbreak iOS 10: tweaks compatibili

Recensione iPhone 6

IPhone 7 uscito, novita, prezzi