Visita Orebla.it su Facebook Segui Orebla.it su Twitter Vedi i video su YouTube di Orebla.it Unisciti alle cerchie di Orebla.it
DOVE TI TROVI: \\ Home Page\news\Eolas contesta Microsoft
Eolas contesta Microsoft


La decisione di Microsoft, a seguito della sentenza del giudice, di eliminare i controlli ActiveX proprietari di Eolas tramite una patch ha sollevato diverse proteste da parte di quest'ultima.

Secondo Mark Swords, Chief Operating Officer di Eolas, la decisione di eliminare questo controllo sul proprio browser porta agli utenti enormi disagi.

Ricordiamo infatti che tale controllo permette di far partire in modo automatico dal browser opzioni su programmi come: Adobe Reader, Apple QuickTime Player, Macromedia Flash, Windows Media Player, Real Networks, RealPlayer, Sun Java Virtual Machine. Da quando si aggiorna il software tramite la patch le operazioni non saranno più automatica ma sarà obbligatorio ogni volta dare conferma.

Dal lato della sicurezza questo è sicuramente un punto a favore, c'è da specificare che non tutti i comandi avviabili automaticamente possono presentare un pericolo, anzi forse la percentuale rappresentata da problemi di sicurezza è meno dell'2%.

Eolas ha subito offerto a Microsoft la possibilità di acquistare a prezzi vantaggiosi la licenza per permettere l'utilizzo di tale tecnologia sul proprio software senza dover eliminare, creando così nei primi tempi (e forse anche dopo) enormi disagi sia agli utenti che ai creatori di siti web.

Microsoft come risposta ha già rilasciato un documento in cui elenca tutti i metodi di correggere questo "problema" dal principio, cioè dal momento dello sviluppo del sito.

 

Autore articolo: Orebla

Commenti:

Nessun Commento a questa News...

I commenti per queste news sono disabilitati.






Articoli utili:
Jailbreak iOS 10: tweaks compatibili

Recensione iPhone 6

IPhone 7 uscito, novita, prezzi