Windows Crash OnDemand con CTRL + BLOC SCORR!

Questa guida è davvero bizzarra, appena l’ho letta su internet ho voluto subito riportarla sul mio portale perchè non poteva mancare alla mia collezione. Vi insegnerò a mandare in Crash, con conseguente schermata blu, il vostro Windows (XP o Vista) semplicemente con 3 tasti!

Gli ingegneri di Microsoft avevano, diversi anni fa, dichiarato di aver inserito in Windows una funzionalità (attivabile ma non attiva) per poter mandare in crash volutamente Windows XP. Ora questa funzionalità è stata riscoperta anche in Vista e forse in Windows 7.

VEDIAMO COME ATTIVARE QUESTA CURIOSA (e forse inutile) FUNZIONE:

ATTENZIONE QUESTA GUIDA COMPORTA, PER POTER FUNZIONARE, LA MODIFICA DEL REGISTRO DEL SISTEMA O DI ALCUNE SUE PARTI. TALI MODIFICHE SE APPLICATE SENZA ESPERIENZA POTREBBERO DANNEGGIARE IRREPARABILMENTE IL SISTEMA OPERATIVO RENDENDOLO INUTILIZZABILE!

CON TASTIERA USB:

Bene se abbiamo una tastiera collegata ad una porta USB dobbiamo modificare alcune chiavi di registro. Ecco cosa dobbiamo creare in:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\kbdhid\Parameters

create una nuova chiave DWORD, chiamatela CrashOnCtrlScroll e dategli il valore 1.

CON TASTIERA PS/2:

dobbiamo creare in:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\i8042prt\Parameters

create una nuova chiave DWORD, chiamatela CrashOnCtrlScroll e dategli il valore 1.

blue-screen-of-death

blue-screen-of-death

Bene ora riavviate il sistema e dopo quando vorrete mandare in Crash il vostro sistema vi basterà tenere premuto il tasto CTRL di destra e premere due volte il pulsante BLOC SCORR.

ATTENZIONE FAR ANDARE IN CRASH IL SISTEMA CON QUESTO METODO HA COME EFFETTI GLI STESSI DI UN CRASH “NORMALE”; CIOE’ BLOCCO DEL PC, OBBLIGO DI RIAVVIO E PERDITA DEI DATI NON SALVATI!

Questa, forse, inutile funzione può tornare utile quando dobbiamo velocemente bloccare il PC. Magari per impedire che qualcuno possa risalire ai file che stava utilizzando!

[via]-[via]

CrashOnCtrlScrollCrashOnCtrlScroll

Tu cosa ne pensi?